Ghiacciaio del Morteratsch

Ghiacciaio del Morteratsch

 aperto  aperto in parte   chiuso 

Come il Morteratsch ottenne il suo nome.

C’era una volta una bellissima fata che viveva presso il «monte perduto», il Munt Pers, e che amava bagnarsi nelle acque del Lej da la Diavolezza. Per la grande gioia dei giovani cacciatori locali che, man mano più audaci, seguivano la fata, ma poi scomparivano per sempre. Tale sorte toccò anche al giovante Aratsch. Si narra che di notte il vento del Diavolezza annunci ancora la triste notizia: «Mort ais Aratsch!» (È morto Aratsch!). Da qui deriverebbe il nome del ghiacciaio: Morteratsch.  

Link: www.engadin.stmoritz.ch/ghiacciai-ghiacci/

Cerca pernottamento